General

HANFMANN SCONFIGGE CECCHINATO AL CHALLENGER DI TODI DALL’NCAA AGLI SLAM SULLE ORME DI ISNER “IL COLLEGE TENNIS È UNA GRANDE OPPORTUNITÀ”     Todi, 21 agosto 2020 - Marco Cecchinato esce di scena agli Internazionali di Tennis Città di Todi. L’azzurro, testa di serie numero 2 del Challenger organizzato da MEF Tennis Events, è stato battuto 6-4 6-4 in un’ora e 18 minuti di gioco dal tedesco Yannick Hanfmann ai quarti di finale.   Hanfmann: “Ottimo lavoro dell’organizzazione” - Contento e soddisfatto Hanfmann al termine del match: “Sono entrato in campo da sfavorito contro un grande atleta che giocava in casa. Ho sfruttato alla perfezione il servizio e ho spinto bene sul suo rovescio: credo che la mia aggressività sia stata decisiva”. Poi i complimenti all’organizzazione del torneo per l’attuazione delle misure di sicurezza: “Devo ammettere che stanno facendo davvero un ottimo lavoro. In giro per il circolo vedo che tutti rispettano i protocolli e c’è un clima disteso che aiuta noi tennisti a concentrarci sulle partite. Ci sentiamo fortunati a fare finalmente il nostro mestiere sicuri e protetti”. Il tedesco, attuale numero 143 del mondo, è diventato professionista dopo un’esperienza in NCAA con la maglia della University of Southern California: “Penso che oramai sia evidente l’utilità del college tennis per diventare un atleta di altissimo livello. Ci sono tantissimi esempi tra i quali John Isner, Steve Johnson e Cameron Norrie: spero di essere io il prossimo. È una tappa formativa da tutti i punti di vista, sono molto contento di averla vissuta in passato”.   Zapata Miralles: “Sono stato fortunato” - Avanti anche lo spagnolo Bernabe Zapata Miralles che, in vantaggio 5-3 nel primo set, ha approfittato del ritiro dell’argentino Facundo Bagnis per un problema all’adduttore sinistro: “Onestamente non mi aspettavo di raggiungere la semifinale al primo torneo post lockdown. Avevo di

Continue Reading

 Like
CARLOS ALCARAZ GARFIA BATTE FLAVIO COBOLLI A TODI “SONO PRONTO PER COMPETERE NEL CIRCUITO ATP” FERRERO: “IL TENNIS ITALIANO È IN FORTE CRESCITA” Todi, 15 agosto 2020 - Carlos Alcaraz Garfia si prende la scena nella prima giornata di qualificazioni degli Internazionali di Tennis Città di Todi, ATP Challenger 100 ospitato dal Tennis Club Todi 1971 e organizzato da MEF Tennis Events. Lo spagnolo classe 2003 ha battuto Flavio Cobolli con il punteggio di 6-2 6-3 esprimendo un tennis magnifico dall’inizio alla fine. Alcaraz Garfia vince e convince - Al termine dell’incontro il commento del numero 318 del mondo: “Sono molto felice di questa vittoria, la prima a livello internazionale dopo tanti mesi. Prima di Todi ho disputato solo un torneo nazionale in Spagna, ma il circuito Challenger è un’altra cosa. Ho giocato davvero bene dal primo all’ultimo game”. Poi un riferimento a come ha trascorso le giornate di lockdown: “Mi sono allenato solo fisicamente per farmi trovare pronto dal punto di vista atletico al rientro in campo”. L’iberico non si pone limiti: “Penso di poter già giocare ad alti livelli. Sono pronto per competere nel circuito ATP”. Avanti anche Matteo Gigante, giustiziere di Filippo Baldi con lo score di 6-4 7-6, Andrea Arnaboldi, Andrea Vavassori e Riccardo Bonadio. Bene, infine, Viktor Galovic e Borna Gojo. Ferrero carico e soddisfatto - Carlos Alcaraz Garfia è seguito ed allenato dall’ex numero 1 del mondo Juan Carlos Ferrero, anch’egli intervistato: “Sono contentissimo di essere qui e della ripartenza dell’attività internazionale. Quelli passati sono stati mesi difficili, abbiamo fatto fatica a mantenere alte le motivazioni e la qualità degli allenamenti: finalmente siamo tornati. La crescita di Alcaraz Garfia? Sicuramente è stata molto rapida. Ha lavorato duro, è migliorato anche fisicamente e gioca un tennis di alto livello. Sento che è in fiducia ed

Continue Reading

 Like