LA STORIA

DODICI ANNI DI GRANDE TENNIS

Il Tennis Club Todi 1971 (PG), in collaborazione con MEF tennis events, organizza nel 2020 la dodicesima edizione degli Internazionali di Tennis città di Todi, tappa del circuito ATP Challenger Tour che coinvolge 140 città in tutto il mondo. Il circuito, promosso dall’Associazione Tennisti Professionisti, prevede una serie di tornei internazionali maschili studiati per consentire ai giocatori di acquisire un ranking sufficiente per accedere ai tabelloni principali o di qualificazione dei tornei ATP Tour 250 series o ATP Tour 500 series.

L’edizione 2020 del torneo triplica il valore delle passate edizioni presentando un ATP Challenger 100 con montepremi di $ 104,160.

60 giocatori provenienti da tutte le parti del mondo, insieme ai loro coach ed accompagnatori. Insieme agli altri eventi, il torneo ATP Challenger rappresenterà per la città di Todi e la Regione Umbria una vetrina di visibilità su scala nazionale ed internazionale di assoluto prestigio, garantendo notevoli vantaggi in termini economici e di incoming in un periodo di media stagione.

Conosciuta come la “città più piccola del mondo” ad ospitare un torneo ATP Challenger, Todi torna nel calendario del tennis professionistico.
Dal 2007, gli Internazionali dell’Umbria sono stati il trampolino di lancio per atleti come David Goffin, Grigor Dimitrov, Marcel Granollers, Kevin Anderson, Benoit Paire, Carlos Berlocq, Marco Cecchinato, Filippo Volandri, Lorenzo Sonego, Matteo Berrettini e l’indimenticabile Federico Luzzi, e un’occasione per vedere sulla terra rossa figure storiche come Thomas Muster, ex n. 1 del mondo classe 1987, e Gaston Gaudio, vincitore nel 2004 del Roland Garros ed ex n. 5 del mondo.

L’edizione 2017 ha visto l’incoronazione di un altro dei grandi nomi del tennis: Federico Delbonis, il secondo argentino a mettere la propria firma nell’albo d’oro del torneo, dopo le due vittorie consecutive di Carlos Berlocq nel 2010 e 2011. Gli Internazionali dell’Umbria in undici anni si sono conquistati una posizione di spicco nel panorama internazionale: “Di anno in anno questo torneo – ha commentato Sergio Palmieri – cresce di livello sia dal punto di vista della qualità dei giocatori sia per quanto riguarda l’organizzazione. Oggi rappresenta uno dei palcoscenici più importanti in Italia. Grande merito quindi a Marcello Marchesini e Francesco Cancellotti per la competenza e la passione profuse in questi anni”.

Federico Delbonis e Marco Cecchinato

Finalisti dell’edizione 2017