HANFMANN SCONFIGGE CECCHINATO AL CHALLENGER DI TODI

DALL’NCAA AGLI SLAM SULLE ORME DI ISNER

“IL COLLEGE TENNIS È UNA GRANDE OPPORTUNITÀ”

 

Todi, 21 agosto 2020 – Marco Cecchinato esce di scena agli Internazionali di Tennis Città di Todi. L’azzurro, testa di serie numero 2 del Challenger organizzato da MEF Tennis Events, è stato battuto 6-4 6-4 in un’ora e 18 minuti di gioco dal tedesco Yannick Hanfmann ai quarti di finale.

 

Hanfmann: “Ottimo lavoro dell’organizzazione” – Contento e soddisfatto Hanfmann al termine del match: “Sono entrato in campo da sfavorito contro un grande atleta che giocava in casa. Ho sfruttato alla perfezione il servizio e ho spinto bene sul suo rovescio: credo che la mia aggressività sia stata decisiva”. Poi i complimenti all’organizzazione del torneo per l’attuazione delle misure di sicurezza: “Devo ammettere che stanno facendo davvero un ottimo lavoro. In giro per il circolo vedo che tutti rispettano i protocolli e c’è un clima disteso che aiuta noi tennisti a concentrarci sulle partite. Ci sentiamo fortunati a fare finalmente il nostro mestiere sicuri e protetti”. Il tedesco, attuale numero 143 del mondo, è diventato professionista dopo un’esperienza in NCAA con la maglia della University of Southern California: “Penso che oramai sia evidente l’utilità del college tennis per diventare un atleta di altissimo livello. Ci sono tantissimi esempi tra i quali John Isner, Steve Johnson e Cameron Norrie: spero di essere io il prossimo. È una tappa formativa da tutti i punti di vista, sono molto contento di averla vissuta in passato”.

 

Zapata Miralles: “Sono stato fortunato” – Avanti anche lo spagnolo Bernabe Zapata Miralles che, in vantaggio 5-3 nel primo set, ha approfittato del ritiro dell’argentino Facundo Bagnis per un problema all’adduttore sinistro: “Onestamente non mi aspettavo di raggiungere la semifinale al primo torneo post lockdown. Avevo di fronte un avversario forte, mancino, molto scomodo da sfidare. Prima del suo ritiro ho giocato un buon primo set, l’ho fatto muovere molto e probabilmente lui ha accusato gli sforzi dei turni precedenti. Sono stato fortunato a passare il turno così, mi dispiace per Facundo e spero recuperi in fretta dall’infortunio. A questo punto darò il 100% per arrivare in fondo nel torneo”. Approdano in finale di doppio la coppia formata da Elliot Benchetrit e Hugo Gaston e quella composta da Ariel Behar e Andrey Golubev.

 

Tutti uniti per Sofia – Sabato 22 agosto, dopo la finale di doppio, verrà messa all’asta la racchetta autografata di Andreas Seppi, numero 88 del mondo. Il ricavato sarà destinato all’acquisto di un farmaco (zolgensma) per Sofia, una bambina di appena 4 mesi a cui 2 settimane fa è stata diagnosticata la SMA di primo livello (atrofia muscolare spinale), una malattia genetica rara, grave ed in rapida progressione.

 

Risultati venerdì 21 agosto

 

Quarti di finale

Bernabe Zapata Miralles b. Facundo Bagnis 5-3 rit.

Yannick Hanfmann b. Marco Cecchinato 6-4 6-4

 

Semifinali doppio

Elliot Benchetrit/Hugo Gaston b. Flavio Cobolli/Matteo Gigante 6-1 6-4

Ariel Behar/Andrey Golubev b. Karol Drzewiecki/Szymon Walkow 6-2 6-4

Condividi questo post su: